Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Noir - Callisto (Fullsteam)

Ultime recensioni

En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome
L.A.Witch - Play With FireL.A.Witch
Play With Fire
Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand
Boris - NOBoris
NO
Phoebe Bridgers - PunisherPhoebe Bridgers
Punisher
Ils - CurseIls
Curse
Motorpsycho - The All Is OneMotorpsycho
The All Is One
Bully - SugareggBully
Sugaregg
Lina Rodrigues Refree - Lina_Raül RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_Raül Refree
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Household God - Palace IntrigueHousehold God
Palace Intrigue
A.A. Williams - Forever BlueA.A. Williams
Forever Blue
Billy Nomates - Billy NomatesBilly Nomates
Billy Nomates
Fontaines D.C. - A HeroFontaines D.C.
A Hero's Death
Zombi - 2020Zombi
2020
Protomartyr - Ultimate Success TodayProtomartyr
Ultimate Success Today
The Beths - Jump Rope GazersThe Beths
Jump Rope Gazers
Hum - InletHum
Inlet

Callisto - Noir
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Anno: 2006
Produzione:
Genere: metal / post-metal / sludge
Scheda autore: Callisto


Compra Callisto su Taxi Driver Store


La frangia psichedelica del postcore si sta arenando a riproporre il postrock più scialbo e scontato di scuola Mogwai. I Callisto purtroppo non fanno eccezione. Anzi, si rivelano la band più filologica del lotto, finendo per non sembrare i Mogwai solo per il cantato in growl.

Per di più il disco si rivela di una noia mortale difficile da sostenere in pieno, se non cadendo in letargo. I brani sono lunghi e inconcludenti, con suoni vecchi quanto "Come On Die Young". La sezione ritmica fa di tutto per farci annoiare e rabbrividire (giusto un paio di guizzi ci ridestano, guizzi che in altri contesti sarebbero la norma), e quella melodica è persa nei soliti arpeggi scontati o nel tenere la stessa nota per un quarto d'ora.

"Noir" è quindi una grandissima delusione, molto più grande di quella dell'ultimo Cult Of Luna (che in confronto è un capolavoro). La mia speranza è che la band ritrovi lo smalto perduto e gli arrangiamenti dei dischi precedenti. Ma soprattutto la smetta di copiare i Mogwai.

Che gli Isis ci salvino!

[Dale P.]

Canzoni significative: Pathos, Woven Hands.


Questa recensione é stata letta 4557 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Callisto - ProvidenceCallisto
Providence
Callisto - True Nature UnfoldCallisto
True Nature Unfold

NEWS


16/09/2014 Nuovo Album A Gennaio

tAXI dRIVER consiglia

Les Discrets - Ariettes OublieesLes Discrets
Ariettes Oubliees
Zu - CarboniferousZu
Carboniferous
Isis - OceanicIsis
Oceanic
Pelican - The March Into The Sea EPPelican
The March Into The Sea EP
Vanessa Van Basten - La Stanza Di SwedenborgVanessa Van Basten
La Stanza Di Swedenborg
Pelican - AustralasiaPelican
Australasia
Spotlights - Love & DecaySpotlights
Love & Decay
Kongh - Shadows Of The ShapelessKongh
Shadows Of The Shapeless
Neurosis - A Sun That Never SetsNeurosis
A Sun That Never Sets
Burst - Lazarus BirdBurst
Lazarus Bird