Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Constance Tomb - MCMLXXXVIII (Bloodrock)

Ultime recensioni

Dead Heat - World At WarDead Heat
World At War
Irreversible Entanglements - Open The GatesIrreversible Entanglements
Open The Gates
Full Of Hell - Garden Of Burning ApparitionsFull Of Hell
Garden Of Burning Apparitions
Khemmis - DeceiverKhemmis
Deceiver
Body Void - Bury Me Beneath This Rotting EarthBody Void
Bury Me Beneath This Rotting Earth
Idles - CrawlerIdles
Crawler
Converge - Bloodmoon IConverge
Bloodmoon I
Melvins - Five Legged DogMelvins
Five Legged Dog
Bummer - Dead HorseBummer
Dead Horse
Marissa Nadler - The Path Of The CloudsMarissa Nadler
The Path Of The Clouds
Vanishing Twin - Ookii GekkouVanishing Twin
Ookii Gekkou
Year Of No Light - ConsolamentumYear Of No Light
Consolamentum
Chevelle - NiratiasChevelle
Niratias
Emma Ruth Rundle - Engine Of HellEmma Ruth Rundle
Engine Of Hell
The Bug - FireThe Bug
Fire
Nala Sinephro - Space 1.8Nala Sinephro
Space 1.8
Monolord - Your Time To ShineMonolord
Your Time To Shine
Mastodon - Hushed And GrimMastodon
Hushed And Grim
Jerusalem In My Heart - QalaqJerusalem In My Heart
Qalaq
Limp Bizkit - Still SucksLimp Bizkit
Still Sucks

Constance Tomb - MCMLXXXVIII
Titolo: MCMLXXXVIII
Anno: 2020
Produzione: Tony Reed
Genere: rock / post-punk / goth

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Tony Reed è il cantante e chitarrista dei Mos Generator ma la sua carriera discografica parte da molto lontano. I più attenti lo ricorderanno nei Treepeople, formazione alternative/grunge proveniente da Boise, Idaho, da cui nasceranno i Built To Spill. Tony negli anni 90 ha suonato un po' di tutto, sia come generi che come strumenti (batteria, basso, tastiere...). Negli anni 2000 ha trovato il suo equilibrio con i Mos Generator e si è creato anche uno studio personale dove registrare, mixare e masterizzare. Il suo curriculum è decisamente vasto e invidiabile!

Constance Tomb è la sua band dark-rock con cui scrisse una marea di canzoni verso la fine degli anni 80, ovvero nel suo periodo da teenager. Band che registrò solo dei nastri di bassa qualità che non vennero mai pubblicati. Dopo 30 anni e passa Tony decide di rimettere mano a quelle canzoni e ri-registrarle, scegliendo fra le migliori.

Un'operazione che potrà sembrare stravagante ma sicuramente per Tony è stata decisamente divertente! Sembra di ascoltare band del periodo come Christian Death e Bauhaus ma anche quel mood del nord-ovest alla Green River e la sguaiatezza decadente di Iggy Pop. Il risultato è ottimo: i brani sono convincenti, i suoni pure, l'attitudine anche. Certo, in fin dei conti si tratta di un lavoro di un nostalgico cinquantenne alle prese con gli amori adolescenziali ed è quindi adatto ad ascoltatori grandicelli come lui ma non è propriamente un difetto.

Un'operazione coraggiosa e onesta, che mostra un lato inedito di un artista dalle mille sfaccettature.

Disponibile in vinile tramite DHU Records e in CD tramite Bloodrock.

[Dale P.]

Canzoni significative: Spiritual Stairway, Big Brother Doom.


Questa recensione é stata letta 218 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Secret Shame - Dark SyntheticsSecret Shame
Dark Synthetics
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Rosegarden Funeral Party - MartyrRosegarden Funeral Party
Martyr
Lice - WastelandLice
Wasteland
FACS - Present TenseFACS
Present Tense