Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Ciubirismeicheuan - Fiub (Jestrai)

Ultime recensioni

Idles - Ultra MonoIdles
Ultra Mono
Sarah Davachi - Cantus, DescantSarah Davachi
Cantus, Descant
AA.VV. - What Is This That Stands Before Me?AA.VV.
What Is This That Stands Before Me?
Deafbrick - DeafbrickDeafbrick
Deafbrick
Irreversible Entanglements - Who Sent You?Irreversible Entanglements
Who Sent You?
Jeff Parker - Suite For Max BrownJeff Parker
Suite For Max Brown
En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome
L.A.Witch - Play With FireL.A.Witch
Play With Fire
Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand
Boris - NOBoris
NO
Phoebe Bridgers - PunisherPhoebe Bridgers
Punisher
Ils - CurseIls
Curse
Motorpsycho - The All Is OneMotorpsycho
The All Is One
Bully - SugareggBully
Sugaregg
Lina Rodrigues Refree - Lina_RaŘl RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_RaŘl Refree
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Household God - Palace IntrigueHousehold God
Palace Intrigue
A.A. Williams - Forever BlueA.A. Williams
Forever Blue

Fiub - Ciubirismeicheuan
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Etichetta: Jestrai
Anno: 2006
Produzione:
Genere: rock / alternative / indie
Scheda autore: Fiub



Dopo decine di date in tutta Italia, un brillante EP di esordio Ŕ finalmente l'ora del full lenght. Aggiungerei finalmente dato che assieme alle Love In Elevator, i Fiub sono senza dubbio la band pi¨ interessante del roster Jestrai.

Innanzitutto la formazione: Gabriele Ferreri, chitarra e voce, e Pierangelo Mecca, batteria. Pi¨ vari ospiti sparsi qua e lÓ e alcuni synth a riempire il sound.

Un sound debitore dello stoner e del rock'n'roll. Come far jammare Kyuss e Danko Jones, ma con una vocalitÓ duttile capace di citare sia i Rolling Stones che Jeff Buckley e i Led Zeppelin. Pochi fronzoli: volume a 10, si attacca il jack e si parte con brani semplici ma irresistibli e non banali.

Ovviamente la band suona compatta e vorticosa nel suo coprire i buchi in ogni modo possibile (bravissimo in questo il lavoro del batterista: mantenersi sia semplice che potente pur dovendo restituire un sound pieno). Certo non tutti i brani colpiscono al segno ma quando lo fanno sembra di aver di fronte ad una band in grado di rivaleggiare con le produzioni internazionali, anche "mainstream".

Splendido il brano finale, "Clocks", in cui magicamente compaiono odori Blonde Redhead/Sonic Youth/Cat Power, evidente tributo al background indie maggiormente palesato nell'EP di esordio.

Una band da tenere sott'occhio: da coltivare e veder crescere.

[Dale P.]

Canzoni significative: Slowly Wind, Clocks.


Questa recensione Ú stata letta 3910 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Fiub - Brown StripesFiub
Brown Stripes

tAXI dRIVER consiglia

Algiers - There Is No YearAlgiers
There Is No Year
Queens Of The Stone Age - Songs For The DeafQueens Of The Stone Age
Songs For The Deaf
Quinto Stato - Quinto StatoQuinto Stato
Quinto Stato
Afterhours - Quello Che Non CAfterhours
Quello Che Non C'Ŕ
Desaparecidos - Read Music / Speak SpanishDesaparecidos
Read Music / Speak Spanish
Pearl Jam - Immagine In Cornice [DVD]Pearl Jam
Immagine In Cornice [DVD]
Fiub - Brown StripesFiub
Brown Stripes
Tre Allegri Ragazzi Morti - Le OriginiTre Allegri Ragazzi Morti
Le Origini
Amplifier - The OctopusAmplifier
The Octopus
AA.VV. - Mescal.itAA.VV.
Mescal.it