Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Street Horrrsing - Fuck Buttons (ATP Recordings)

Ultime recensioni

Deathspell Omega - The Furnaces Of PalingenesiaDeathspell Omega
The Furnaces Of Palingenesia
Blut Aus Nord - HallucinogenBlut Aus Nord
Hallucinogen
30000 Monkies - Are Forever30000 Monkies
Are Forever
Idles - A Beautiful Thing Idles Live At Le BataclanIdles
A Beautiful Thing Idles Live At Le Bataclan
Om - BBC Radio 1Om
BBC Radio 1
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Hexgrafv - RitualHexgrafv
Ritual
Stew - PeopleStew
People
The Lunar Effect -  Calm Before The CalmThe Lunar Effect
Calm Before The Calm
Yung Druid - Yung DruidYung Druid
Yung Druid
Ruff Majik - TarnRuff Majik
Tarn
Green Lung - Woodland RitesGreen Lung
Woodland Rites
The Black Heart Death Cult - The Black Heart Death CultThe Black Heart Death Cult
The Black Heart Death Cult
Tropical Trash - Southern Indiana Drone FootageTropical Trash
Southern Indiana Drone Footage
Shit And Shine - Doing Drugs, Selling DrugsShit And Shine
Doing Drugs, Selling Drugs
Mammoth Weed Wizard Bastard - Yn Ol I AnnwnMammoth Weed Wizard Bastard
Yn Ol I Annwn
Mudhoney - Pedazo De PastelMudhoney
Pedazo De Pastel
Spirit Adrift - Divided By DarknessSpirit Adrift
Divided By Darkness
Jinjer - MacroJinjer
Macro
SeeYouSpaceCowboy - The Correlation Between Entrance And Exit WoundsSeeYouSpaceCowboy
The Correlation Between Entrance And Exit Wounds

Fuck Buttons - Street Horrrsing
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Anno: 2008
Produzione: John Cummings
Genere: rock / post-rock / elettronica



Per me Ŕ come una crociata: chi ascolta solo la musica del suo genere non sa cosa si perde. E' un po' il rischio che commette il recensore (massý parliamoci un po' addosso) quando tende a specializzarsi troppo: ogni mattina controlla la mailing list delle sue 10 label preferite, si fa consigliare band del giro, conosce l'underground a menadito finchŔ lo scibile Ŕ suo ed Ŕ in grado di capire se un bambino di 5 anni potrÓ diventare il nuovo Kurt Ballou fin dalle prime urla. O in base ai compiti delle elementari capire se suonerÓ mathrock o si limiterÓ a scimmiottare i Deep Purple.

Tutto ci˛ danneggia l'ascoltatore ma anche la voglia di sorprendersi e divertirsi, finendo che l'amico finto-innocente ti dica: "ma ascolti sempre la stessa musica?". E ha ragione. CioŔ, sai che non ha ragione ma in fondo sý, alle sue orecchie Ŕ sempre la stessa cosa, cambiata di un semitono o con l'accento spostato di un sedicesimo. Ma Ŕ sempre la stessa cosa.

Poi io adoro i dischi che ti arrivano quando non te li aspetti. Magari la confezione tremenda te li teneva lontani, o il nome proprio non ti ispirava, oppure "ne parlavano bene quelli che non capiscono niente". O proprio non sapevi neanche che esistevano.. allora sei in macchina e stanco dei soliti dischi dell'amico, che sono sempre i soliti dischi che aveva anche tuo padre ma ora non li odi neanche pi¨ ma, anzi, ti ritrovi stancamente a cantare senza neanche volerlo, metti la radio. E sopresa, c'Ŕ ancora qualcuno con del sale in zucca che ti infila qualcosa che non proviene dalle major o dai grandi distributori. Probabilmente dopo la trasmissione sarÓ stato pestato a sangue. O avrÓ ricevuto centinaia di telefonate di elogi. Oppure non Ŕ successo niente perchŔ chi come me stava ascoltando rimaneva semplicemente a bocca aperta. E poi a ridere, di quella gioia che ti prende e dici "ecco, questi hanno capito tutto".

Ah, ovviamente non capisci chi sono, lo speaker pronuncia anche bene ma te sei lý che non ti aspettavi finisse e sei ancora in preda all'eccitazione del momento. Bene: deve essere mio.

Fuck Buttons, duo londinese che con tastierini gelidi fanno tutto quello che ti aspetteresti facesse il sottoscritto. O che tutti noi faremmo se avessimo le palle di farlo.

Riff reiterati all'infinito, rara voce filtrata quasi metal, tribalismo esasperante, rumori lancinanti in uno spettacolare senso di postrock mescolato con il noise. Non Ŕ shoegaze. Non Ŕ drone. Non sono i Sigur R˛s. E neanche i 65DaysOfStatic. E' tutto questo e niente.

Ma Ŕ un disco che dice tante cose.

[Dale P.]

Canzoni significative: Sweet Love For Planet Earth, Ribs Out, Race You To My Bedroom.


Questa recensione Ú stata letta 2688 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Sigur Ros - Me­ Su­ I Eyrum Vi­ Spilum EndalaustSigur Ros
Me­ Su­ I Eyrum Vi­ Spilum Endalaust
Sigur Ros - Hvarf/HeimSigur Ros
Hvarf/Heim
 Cods
Sperochett¨stia
Giardini Di Mir˛ - Rise And Fall Of Academic DriftingGiardini Di Mir˛
Rise And Fall Of Academic Drifting
Grails - Black Tar Prophecies VolGrails
Black Tar Prophecies Vol's 1,2, & 3
Slint - SpiderlandSlint
Spiderland
Jambinai - ONDAJambinai
ONDA
Don Caballero - What Burns Never ReturnsDon Caballero
What Burns Never Returns
Vanessa Van Basten - Vanessa Van BastenVanessa Van Basten
Vanessa Van Basten
Red Sparowes - Every Red Heart Shines Toward the Red SunRed Sparowes
Every Red Heart Shines Toward the Red Sun