Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Giant Sand - Cover Magazine (Thrill Jockey)

Ultime recensioni

Body Void - Burn The Homes Of Those Who Seek To ControlBody Void
Burn The Homes Of Those Who Seek To Control
Ashenspire - Hostile ArchitectureAshenspire
Hostile Architecture
Mantar - Pain Is Forever and This Is the EndMantar
Pain Is Forever and This Is the End
Chat Pile - GodChat Pile
God's Country
Imperial Triumphant - Spirit Of EcstasyImperial Triumphant
Spirit Of Ecstasy
Nebula - Transmission From Mothership EarthNebula
Transmission From Mothership Earth
Viagra Boys - Cave WorldViagra Boys
Cave World
Wormrot - HissWormrot
Hiss
London Odense Ensemble - Jaiyede Sessions Vol. 1London Odense Ensemble
Jaiyede Sessions Vol. 1
Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...

Giant Sand - Cover Magazine
Autore: Giant Sand
Titolo: Cover Magazine
Etichetta: Thrill Jockey
Anno: 2002
Produzione:
Genere: rock / folk / pop

Voto:



Sembra che la carriera dei Giant Sand (iniziata nel 1985 con l'esordio "Valley Of Rain") sia al capolinea. Ormai Howe Gelb vive con i suoi dischi solista e così il resto del gruppo con i Calexico. Ma a sentire i dischi vecchi e soprattutto questo nuovo è inevitabile far scendere una lacrimuccia per una delle migliori formazioni americane. Notevolmente influenzati da Neil Young, Lou Reed e Nick Cave i nostri hanno confezionato, nell'arco di quasi vent'anni, una discreta serie di ottimi dischi. E' giunto così il momento dei saluti e dei doverosi ringraziamenti. E quale metodo migliore per ringraziare se non quello di fare un disco di cover?? Ovvio quindi iniziare con Out Of Weekend di Neil Young (qua in medley con El Paso), che forse grazie a Neil o forse grazie ad Howe rimane il vertice del disco. Notevole anche la rilettura di Johnny Hit And Run Pauline (degli X, of course) in duetto con PJ Harvey. E anche lei è ringraziata con Plants And Rags. Strana la cover di Iron Man dei Black Sabbath virata jazz e notevole quella di Red Right Hand di Nick Cave. Un prodotto per fan dei Giant Sand, è ovvio, ma è bello pensare che tutti lo siano.

[Dale P.]

Canzoni significative: El Paso/Out Of Weekend.

Questa recensione é stata letta 2468 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Emma Ruth Rundle - Some Heavy OceansEmma Ruth Rundle
Some Heavy Oceans
Johnny Cash - The Man Comes AroundJohnny Cash
The Man Comes Around
Shearwater - Animal JoyShearwater
Animal Joy
William Elliott Whitmore - Field SongsWilliam Elliott Whitmore
Field Songs
En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome
Alexander Tucker - PortalAlexander Tucker
Portal
Big Brave - & The Body - Leaving None But Small BirdsBig Brave
& The Body - Leaving None But Small Birds
Steve Von Till - No Wilderness Deep EnoughSteve Von Till
No Wilderness Deep Enough
Giant Sand - Cover MagazineGiant Sand
Cover Magazine
Steve Earle - Transcendental BluesSteve Earle
Transcendental Blues