´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Intronaut - Void (Goodfellow)

Ultime recensioni

Geese - ProjectorGeese
Projector
Sunn O))) - Metta, BenevolenceSunn O)))
Metta, Benevolence
Dead Heat - World At WarDead Heat
World At War
Irreversible Entanglements - Open The GatesIrreversible Entanglements
Open The Gates
Full Of Hell - Garden Of Burning ApparitionsFull Of Hell
Garden Of Burning Apparitions
Khemmis - DeceiverKhemmis
Deceiver
Body Void - Bury Me Beneath This Rotting EarthBody Void
Bury Me Beneath This Rotting Earth
Idles - CrawlerIdles
Crawler
Converge - Bloodmoon IConverge
Bloodmoon I
Melvins - Five Legged DogMelvins
Five Legged Dog
Bummer - Dead HorseBummer
Dead Horse
Marissa Nadler - The Path Of The CloudsMarissa Nadler
The Path Of The Clouds
Vanishing Twin - Ookii GekkouVanishing Twin
Ookii Gekkou
Year Of No Light - ConsolamentumYear Of No Light
Consolamentum
Chevelle - NiratiasChevelle
Niratias
Emma Ruth Rundle - Engine Of HellEmma Ruth Rundle
Engine Of Hell
The Bug - FireThe Bug
Fire
Nala Sinephro - Space 1.8Nala Sinephro
Space 1.8
Monolord - Your Time To ShineMonolord
Your Time To Shine
Mastodon - Hushed And GrimMastodon
Hushed And Grim

Intronaut - Void
Autore: Intronaut
Titolo: Void
Anno: 2006
Produzione:
Genere: metal / progressive / sludge

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:


MP3: Fault Lines


C'Ŕ una categoria di band che si trova pi¨ a suo agio nel realizzare EP. O, pi¨ probabilmente, il tipo di musica suonato consente all'ascoltatore una soglia minima di attenzione.

Ci˛ spiegherebbe come mai "Void" suoni nell'insieme un filino peggio dell'EP d'esordio "Null". La pesantezza del prodotto Ŕ infatti uno scoglio difficilmente sormontabile per i pi¨. E giÓ non possiamo dire di essere in tanti ad aver ascoltato il primo EP.

Intronaut Ŕ una stranissima entitÓ composta da membri di Uphil Battle, Exhumed, Impaled e Anubis Rising. Il loro insieme porta la band a suonare come uno stranissimo mix di death/fusion/sludge in cui si mescola la potenza dei Mastodon con il martellamento dei Meshuggah, i break fusion di Cynic/Sadist/Sadus (opera del funambolico e preparatissimo bassista Joe Lester) e la psichedelia di certo postcore (Pelican, Isis).

Una fusione stimolante e non facile, che potrebbe essere una nuova pietra miliare di riferimento oppure una strada impossibile da battere per tutti gli altri. Da un punto di vista "critico" l'esperimento sarebbe da promuovere a pieni voti se non fosse per alcuni giri a vuoto di troppo. La band, infatti, straripa in alcune lungaggini che minano l'ascolto, altrimenti stimolante.

Nell'insieme possiamo considerare gli Intronaut come una band sulla quale scommettere in futuro, a cui manca per˛ quella malizia che solo l'esperienza pu˛ dare. Certo che se lavorassero di cesello alla ricerca della perfezione diventerebbero la band definitiva. Forse per questo adesso andiamo cauti: certamente ci sarÓ un momento in cui il mondo sarÓ ai loro piedi!

[Dale P.]

Canzoni significative: Nostalgic Echo, Fault Lines, Teledildonics.


Questa recensione Ú stata letta 4273 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Intronaut - Null EPIntronaut
Null EP

NEWS


01/09/2010 Dettagli Di Valley Of Smoke
16/07/2007 Nuovo EP
21/07/2006 Nuovo Brano Online
21/06/2006 Arriva il Full Lenght

tAXI dRIVER consiglia

Dysrhythmia - Terminal TresholdDysrhythmia
Terminal Treshold
Ephel Duath - Pain Necessary To KnowEphel Duath
Pain Necessary To Know
Meshuggah - IMeshuggah
I
Sadist - SadistSadist
Sadist
Cynic - FocusCynic
Focus
Hull - Beyond The Lightless SkyHull
Beyond The Lightless Sky
Meshuggah - Rare TraxMeshuggah
Rare Trax
Meshuggah - Contraddiction CollapseMeshuggah
Contraddiction Collapse
Meshuggah - ChaosphereMeshuggah
Chaosphere
Buried Inside - ChronoclastBuried Inside
Chronoclast