Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Pyreship - Light Is A Barrier (Autoproduzione)

Ultime recensioni

London Odense Ensemble - Jaiyede Sessions Vol. 1London Odense Ensemble
Jaiyede Sessions Vol. 1
Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...
Primitive Man - InsurmountablePrimitive Man
Insurmountable
Come To Grief - When The World DiesCome To Grief
When The World Dies
Sirom - The Liquified Throne of SimplicitySirom
The Liquified Throne of Simplicity
Deathbell - A Nocturnal CrossingDeathbell
A Nocturnal Crossing
Wucan - Heretic TonguesWucan
Heretic Tongues
Voivod - Synchro AnarchyVoivod
Synchro Anarchy
Blut Aus Nord - Disharmonium - Undreamable AbyssesBlut Aus Nord
Disharmonium - Undreamable Abysses
Emma Ruth Rundle - EG2 Dowsing VoiceEmma Ruth Rundle
EG2 Dowsing Voice

Pyreship - Light Is A Barrier
Autore: Pyreship
Titolo: Light Is A Barrier
Anno: 2022
Produzione:
Genere: metal / post-metal / noise rock

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta Light Is A Barrier





Pyreship sono un quintetto texano che difficilmente verrà mai dalle nostre parti ed è un gran peccato. "Light Is A Barrier" è il loro secondo disco sulla lunga distanza ed è una bella sorpresa, soprattutto per gli amanti del post metal.

La band, infatti, usa il classico andamento del genere per sperimentare sonorità più vicine al noise rock e al post rock più lento (loro dicono slowcore ma è un po' esagerato) senza trascurare svarioni psichedelici.

Mi viene in mente una sorta di jam session fra Kylesa e Helms Alee: doppie voci melodiche e urlate, divagazioni acide e imprevedibili, un senso di precarietà data da scelte di arrangiamento sbilenche e originali. L'album è composto da cinque brani di durata tra i 6 e i 10 minuti, segno che sanno quando tagliare se è necessario e tirare lungo quando l'atmosfera lo permette. Infatti il disco scorre fluido senza venire mai a noia e permette più di un repeat.

Attualmente è disponibile solo in digitale e sarebbe un peccato rimanesse tale.

[Dale P.]

Canzoni significative: Anathema, Forest Of Spears.


Questa recensione é stata letta 155 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Dyskinesia - Dalla NascitaDyskinesia
Dalla Nascita
Jesu - JesuJesu
Jesu
Isis - OceanicIsis
Oceanic
Pelican - AustralasiaPelican
Australasia
Year Of No Light - ConsolamentumYear Of No Light
Consolamentum
Neurosis - A Sun That Never SetsNeurosis
A Sun That Never Sets
Kongh - Shadows Of The ShapelessKongh
Shadows Of The Shapeless
Spotlights - Love & DecaySpotlights
Love & Decay
Kall - BrandKall
Brand
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla