´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Silverbacks - Archive Material (Full Time Hobby)

Ultime recensioni

Afsky - Om hundrede ňrAfsky
Om hundrede ňr
Acid King - Beyond VisionAcid King
Beyond Vision
Screaming Females - Desire PathwayScreaming Females
Desire Pathway
Oozing Wound - Cathers The CowardOozing Wound
Cathers The Coward
Returning - SeverenceReturning
Severence
Sandrider - EnveletrationSandrider
Enveletration
Big Brave - Nature MorteBig Brave
Nature Morte
Eunoia - Psyop of the YearEunoia
Psyop of the Year
Ciemra - The Tread Of DarknessCiemra
The Tread Of Darkness
Sisteria - Dark MatterSisteria
Dark Matter
... And Oceans - As In Gardens, So In Tombs... And Oceans
As In Gardens, So In Tombs
Show Me The Body - Trouble The WaterShow Me The Body
Trouble The Water
Upchuck - Sense YourselfUpchuck
Sense Yourself
BrÝi - Corpos TransparentesBrÝi
Corpos Transparentes
Thank - Thoughtless CrueltyThank
Thoughtless Cruelty
Petbrick - LiminalPetbrick
Liminal
Rigorous Institution - CainsmarshRigorous Institution
Cainsmarsh
Mis■yrming - Me­ HamriMis■yrming
Me­ Hamri
Ultha - All That Has Never Been TrueUltha
All That Has Never Been True
Boris - FadeBoris
Fade

Silverbacks - Archive Material
Autore: Silverbacks
Titolo: Archive Material
Anno: 2022
Produzione: Daniel Fox
Genere: rock / post-punk / indie

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:



Ascolta Archive Material





Sebbene la deriva "commerciale" del post-punk sia in agguato le band continuano a tenere duro e a proporre dischi non troppo convenzionali. Questo secondo disco dei dublinesi Silverbacks non fa eccezione: ci sono sý concessioni facili ma per 3/4 del tempo il disco prende direzioni tutte sue non troppo lontane dall'indie sbilenco di fine anni 90. Un nome su tutti: Pavement. In "Archive Material" ci sento l'indolenza, le melodie sghembe, il chitarrismo stravagante della band di Malkmus, oltre al beat funkeggiante del post-punk americano e a certe divagazioni arty di scuola Television. Ma c'Ŕ talmente tanta scelta sonora che questo "materiale d'archivio" suona quasi come un demo delle potenzialitÓ del gruppo pi¨ che un "concept". Ad esempio un paio di brani sono cantanti dalla bassista Emma Hanlon, che la sua voce gentile fornisce una differente interpretazione al sound della band.

Ma forse Ŕ proprio questo il loro bello: sorprendere l'ascoltatore, intrattenerlo e regalargli buone canzoni. Non eccellenti purtroppo ma forse Ŕ nel limite intrinseco di un sotto-sotto-sotto genere che fa dell'inafferabilitÓ la sua forza. Alla produzione il bassista dei Girl Band Daniel Fox, a garantire che l'obiettivo dei Silverback non Ŕ quello di sbancare le classifiche.

[Dale P.]

Canzoni significative: Wear My Medal, They Were Never Our People.


Questa recensione Ú stata letta 212 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Fontaines D.C. - DogrelFontaines D.C.
Dogrel
Dry Cleaning - New Long LegDry Cleaning
New Long Leg
Idles - CrawlerIdles
Crawler
Gilla Band - Most NormalGilla Band
Most Normal
FACS - Present TenseFACS
Present Tense
Black Country, New Road - Ants From Up ThereBlack Country, New Road
Ants From Up There
Idles - Ultra MonoIdles
Ultra Mono
Fontaines D.C. - A HeroFontaines D.C.
A Hero's Death
Geese - ProjectorGeese
Projector
Rosegarden Funeral Party - MartyrRosegarden Funeral Party
Martyr