Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

A Secret North - The Fog In The Shell (Dufresne)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

The Fog In The Shell - A Secret North
Voto:
Etichetta: Dufresne
Anno: 2004
Produzione:
Genere: rock / post-rock /
Scheda autore: The Fog In The Shell



Il disco inizia come un brano qualsiasi dei Low. Ovvero come dei Velvet Underground narcolettici. Verso il terzo minuto c'è la prima esplosione chitarristica. La durata è di circa 40 secondi che andrà pian pianino spegnendosi fino alla fine della canzone (circa 6 minuti e 30 secondi). Chitarre fischianti ed effetti impazziti. La band conosce bene la materia noise e la padroneggia benissimo.

Questo disco si rivela quindi una bella sorpresa di slowcore-post-rock in grado di accontentare tutti i fanatici del genere. Non inventano niente ma quello che fanno lo fanno proprio bene.

Se i primi due brani si rifanno alla tradizione "codeinica" da "A Man Escaped" in poi sarà tutto un crescendo ritmico/chitarristico a cui sarà difficile resistere. Il vero apice è però "Rain": 8 minuti e mezzo che danno lezione su come si costruisce una canzone noise.

"A Secret North" è uno disco che non può deludere i fan di Low, Mogwai, Slint e del genere post-rock. Speriamo di vederli dal vivo al più presto!!

[Dale P.]

Canzoni Significative: Rain, Livings' Dream Are Deads' Lives.


Questa recensione é stata letta 2462 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

LL'Altra
In The Afternoon
Nadja - AutopergameneNadja
Autopergamene
Ronin - RoninRonin
Ronin
Grails - Black Tar Prophecies VolGrails
Black Tar Prophecies Vol's 1,2, & 3
Vanessa Van Basten - Vanessa Van BastenVanessa Van Basten
Vanessa Van Basten
Slint - SpiderlandSlint
Spiderland
Karate - Cancel/SingKarate
Cancel/Sing
65 Days Of Static - The Fall Of Math65 Days Of Static
The Fall Of Math
Sigur Ros - Hvarf/HeimSigur Ros
Hvarf/Heim
Giardini Di Mirò - Rise And Fall Of Academic DriftingGiardini Di Mirò
Rise And Fall Of Academic Drifting