Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Contraband - Velvet Revolver (RCA)

Ultime recensioni

Kirk Windstein - Dream In MotionKirk Windstein
Dream In Motion
Konvent - Puritan MasochismKonvent
Puritan Masochism
Calibro 35 - MomentumCalibro 35
Momentum
Sons - Family DinnerSons
Family Dinner
Shock Narcotic - I Have Seen The Future And It DoesnShock Narcotic
I Have Seen The Future And It Doesn't Work
Eye Flys - ContextEye Flys
Context
Show Me The Body - Dog WhistleShow Me The Body
Dog Whistle
Algiers - There Is No YearAlgiers
There Is No Year
The Night Watch - An Embarrassment of RichesThe Night Watch
An Embarrassment of Riches
Low Dose - Low DoseLow Dose
Low Dose
Salvation - Year Of The FlySalvation
Year Of The Fly
Lungbutter - HoneyLungbutter
Honey
Matana Roberts - Coin Coin Chapter Four MemphisMatana Roberts
Coin Coin Chapter Four Memphis
Cloud Rat - PollinatorCloud Rat
Pollinator
Cryptae - VestigialCryptae
Vestigial
Hissing Tiles - BoychoirHissing Tiles
Boychoir
Vanishing Twin - The Age Of ImmunologyVanishing Twin
The Age Of Immunology
Buildings - Negative SoundBuildings
Negative Sound
Alpha Hopper - Aloha HopperAlpha Hopper
Aloha Hopper
Rustin Man - Drift CodeRustin Man
Drift Code

Velvet Revolver - Contraband
Voto:
Anno: 2004
Produzione:
Genere: rock / hard /
Scheda autore: Velvet Revolver



Il futuro del rock'n'roll mainstream è all'insegna dei super-gruppi. Ci sono stati gli Audioslave (che sulla carta sembrava il sogno di tutti coloro cresciuti a pane e buona musica negli anni 90), gli Zwan (band bislacca e parecchio insensata), ora c'è pure l'ultima incarnazione degli A Perfect Circle. In parte lo sono stati anche i Queens Of The Stone Age.

Sembra tutto così bello e spontaneo che quasi non ci si crede. Infatti sono operazione che puzzano marketing lontano un miglio. I veri super-gruppi sono i Tomahawk, i Fantomas, i Venomous Concept. Band che si uniscono per dire qualcosa di nuovo e genuino.

I Velvet Revolver sono l'incubo di ogni grungers di questo nome: i Guns'n'Roses senza Axl ma con Scott Weiland, ex singer degli Stone Temple Pilots. Innanzitutto precisiamo che Slash e co non si sono messi a suonare grunge ma organizzano un tributo al rock sanguigno da stadio. Rolling Stones in testa. La voce di Weiland porta tutto in territori alternative (grazie alle sue inflessioni depressive stile Layne Staley) ma anche alla noia.

Canzoni con ritornelli ripetuti più del necessario, riff già sentiti e un bel po' di ruffianeria. Siamo d'accordo che sono tutti ottimi musicisti ma il rock'n'roll Slash lo suonava meglio e più onestamente con gli Snakepits. Qua sembra di aver difronte 5 tossici che chiedono l'elemosina e ti organizzano lo spettacolino per mollargli due spicci. Peccato che alla fine riusciranno pure a tirar su dei miliardi....

Ah, per capire che aria tira, siamo dalle parti dell'ultimo, patetico, Jane's Addiction.

[Dale P.]

Canzoni significative: Sucker Train Blues, Fall To Pieces.

Questa recensione é stata letta 4017 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Stew - PeopleStew
People
Gluecifer - Basement ApesGluecifer
Basement Apes
Hellacopters - By The Grace Of GodHellacopters
By The Grace Of God
Ojm - Under The ThunderOjm
Under The Thunder
Ojm - The Light AlbumOjm
The Light Album
Blood Ceremony - Living With The AncientsBlood Ceremony
Living With The Ancients
The Lunar Effect -  Calm Before The CalmThe Lunar Effect
Calm Before The Calm
Graveyard - Hisingen BluesGraveyard
Hisingen Blues
Who, The - WhoWho, The
Who's Next
Hellacopters - High VisibilityHellacopters
High Visibility