Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Youth - Velvet Score (Black Candy)

Ultime recensioni

Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson
Green Day - Father Of AllGreen Day
Father Of All
Coastal County - Coastal CountyCoastal County
Coastal County
Sepultura - QuadraSepultura
Quadra
Khruangbin - & Leon Bridges -  Texas SunKhruangbin
& Leon Bridges - Texas Sun
Battles - Juice B CryptsBattles
Juice B Crypts
Hallas - ConundrumHallas
Conundrum
Chubby And The Gang - Speed KillsChubby And The Gang
Speed Kills
Ryte - RyteRyte
Ryte
Dune Rats - Hurry Up And WaitDune Rats
Hurry Up And Wait
Kytaro - White Noise For KidsKytaro
White Noise For Kids
Black Road - Witch Of The FutureBlack Road
Witch Of The Future
Midnight - Rebirth By BlasphemyMidnight
Rebirth By Blasphemy
Nero Di Marte - ImmotoNero Di Marte
Immoto
Mortiis - Spirit Of RebellionMortiis
Spirit Of Rebellion
Bohren & Der Club Of Gore - Patchouli BlueBohren & Der Club Of Gore
Patchouli Blue
Kirk Windstein - Dream In MotionKirk Windstein
Dream In Motion

Velvet Score - Youth
Voto:
Etichetta: Black Candy
Anno: 2004
Produzione:
Genere: rock / post-rock /
Scheda autore: Velvet Score



Fossi un discografico farei uscire solo EP. Il formato medio (circa 20 minuti di durata), che all'epoca del vinile aveva l'aspetto del 10", quello in cui comprimi il meglio di te stesso. Se confezioni un EP scarso cosa potrai fare sulla lunga distanza??

I Velvet Score, purtroppo, non hanno confezionato un EP e 50 minuti risultano pure troppi. Ed un peccato perch i primi 4 brani (che insieme fanno mezzora di musica, quindi pure pi di un EP) sono belli, addirittura i primi due fantastici. Purtroppo rovinano tutto con le ultime 3 composizioni non particolarmente ispirate e un po' noiose.

Ma ancora non vi ho detto cosa suonano i Velvet Score. Immaginatevi un'incrocio tra i Mogwai e i Radiohead di Ok Computer. Un post-rock fatto di arpeggi e sfuriate, parti strumentali orecchiabili e piacevoli senza dimenticare l'azzeccato uso della voce. Lontani da noiose sperimentazioni la band suona come una mutazione del suono portato in Italia da band come Giardini Di Mir.

In sostanza, un disco riuscitissimo fin oltre la met e un po' noiosetto verso la fine: il bicchiere certamente mezzo pieno!! Ascoltateli: lo meritano senz'altro.

[Dale P.]

Canzoni Significative: Back To The Painter's Brush, Crying On Pop Corn.

Questa recensione stata letta 2770 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Vanessa Van Basten - Vanessa Van BastenVanessa Van Basten
Vanessa Van Basten
Paper Chase / Red WormPaper Chase / Red Worm's Farm
Paper Chase Meet Red Worm's Farm
 Miranda
Whale Shit
Jambinai - ONDAJambinai
ONDA
Nadja - AutopergameneNadja
Autopergamene
Ronin - RoninRonin
Ronin
Slint - SpiderlandSlint
Spiderland
Fuck Buttons - Street HorrrsingFuck Buttons
Street Horrrsing
90 Day Men - To Everybody90 Day Men
To Everybody
LL'Altra
In The Afternoon