Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Youth - Velvet Score (Black Candy)

Ultime recensioni

Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand
Boris - NOBoris
NO
Phoebe Bridgers - PunisherPhoebe Bridgers
Punisher
Ils - CurseIls
Curse
Motorpsycho - The All Is OneMotorpsycho
The All Is One
Bully - SugareggBully
Sugaregg
Lina Rodrigues Refree - Lina_Ral RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_Ral Refree
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Household God - Palace IntrigueHousehold God
Palace Intrigue
A.A. Williams - Forever BlueA.A. Williams
Forever Blue
Billy Nomates - Billy NomatesBilly Nomates
Billy Nomates
Fontaines D.C. - A HeroFontaines D.C.
A Hero's Death
Zombi - 2020Zombi
2020
Protomartyr - Ultimate Success TodayProtomartyr
Ultimate Success Today
The Beths - Jump Rope GazersThe Beths
Jump Rope Gazers
Hum - InletHum
Inlet
Jesu - Never EPJesu
Never EP
Bell Witch - & Aerial Ruin - Stygian Bough Volume IBell Witch
& Aerial Ruin - Stygian Bough Volume I

Velvet Score - Youth
Voto:
Etichetta: Black Candy
Anno: 2004
Produzione:
Genere: rock / post-rock /
Scheda autore: Velvet Score



Fossi un discografico farei uscire solo EP. Il formato medio (circa 20 minuti di durata), che all'epoca del vinile aveva l'aspetto del 10", quello in cui comprimi il meglio di te stesso. Se confezioni un EP scarso cosa potrai fare sulla lunga distanza??

I Velvet Score, purtroppo, non hanno confezionato un EP e 50 minuti risultano pure troppi. Ed un peccato perch i primi 4 brani (che insieme fanno mezzora di musica, quindi pure pi di un EP) sono belli, addirittura i primi due fantastici. Purtroppo rovinano tutto con le ultime 3 composizioni non particolarmente ispirate e un po' noiose.

Ma ancora non vi ho detto cosa suonano i Velvet Score. Immaginatevi un'incrocio tra i Mogwai e i Radiohead di Ok Computer. Un post-rock fatto di arpeggi e sfuriate, parti strumentali orecchiabili e piacevoli senza dimenticare l'azzeccato uso della voce. Lontani da noiose sperimentazioni la band suona come una mutazione del suono portato in Italia da band come Giardini Di Mir.

In sostanza, un disco riuscitissimo fin oltre la met e un po' noiosetto verso la fine: il bicchiere certamente mezzo pieno!! Ascoltateli: lo meritano senz'altro.

[Dale P.]

Canzoni Significative: Back To The Painter's Brush, Crying On Pop Corn.

Questa recensione stata letta 2814 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

 Miranda
Whale Shit
Fuck Buttons - Street HorrrsingFuck Buttons
Street Horrrsing
Don Caballero - What Burns Never ReturnsDon Caballero
What Burns Never Returns
Battles - MirroredBattles
Mirrored
Slint - SpiderlandSlint
Spiderland
65 Days Of Static - The Fall Of Math65 Days Of Static
The Fall Of Math
Paper Chase / Red WormPaper Chase / Red Worm's Farm
Paper Chase Meet Red Worm's Farm
LL'Altra
In The Afternoon
Low - Things We Lost In The FireLow
Things We Lost In The Fire
*Shels - Plains Of The Purple Buffalo*Shels
Plains Of The Purple Buffalo