Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Youth - Velvet Score (Black Candy)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Velvet Score - Youth
Voto:
Etichetta: Black Candy
Anno: 2004
Produzione:
Genere: rock / post-rock /
Scheda autore: Velvet Score



Fossi un discografico farei uscire solo EP. Il formato medio (circa 20 minuti di durata), che all'epoca del vinile aveva l'aspetto del 10", quello in cui comprimi il meglio di te stesso. Se confezioni un EP scarso cosa potrai fare sulla lunga distanza??

I Velvet Score, purtroppo, non hanno confezionato un EP e 50 minuti risultano pure troppi. Ed un peccato perch i primi 4 brani (che insieme fanno mezzora di musica, quindi pure pi di un EP) sono belli, addirittura i primi due fantastici. Purtroppo rovinano tutto con le ultime 3 composizioni non particolarmente ispirate e un po' noiose.

Ma ancora non vi ho detto cosa suonano i Velvet Score. Immaginatevi un'incrocio tra i Mogwai e i Radiohead di Ok Computer. Un post-rock fatto di arpeggi e sfuriate, parti strumentali orecchiabili e piacevoli senza dimenticare l'azzeccato uso della voce. Lontani da noiose sperimentazioni la band suona come una mutazione del suono portato in Italia da band come Giardini Di Mir.

In sostanza, un disco riuscitissimo fin oltre la met e un po' noiosetto verso la fine: il bicchiere certamente mezzo pieno!! Ascoltateli: lo meritano senz'altro.

[Dale P.]

Canzoni Significative: Back To The Painter's Brush, Crying On Pop Corn.

Questa recensione stata letta 2800 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Sigur Ros - Hvarf/HeimSigur Ros
Hvarf/Heim
Fuck Buttons - Street HorrrsingFuck Buttons
Street Horrrsing
Low - Things We Lost In The FireLow
Things We Lost In The Fire
Brutus - NestBrutus
Nest
90 Day Men - To Everybody90 Day Men
To Everybody
LL'Altra
In The Afternoon
Vanessa Van Basten - Vanessa Van BastenVanessa Van Basten
Vanessa Van Basten
Karate - Cancel/SingKarate
Cancel/Sing
Yuppie Flu - Days Before The DayYuppie Flu
Days Before The Day
Jambinai - ONDAJambinai
ONDA