Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Papangu - Holoceno (Autoproduzione)

Ultime recensioni

Henrik Palm - Nerd IconHenrik Palm
Nerd Icon
Pallbearer - Mind Burns AlivePallbearer
Mind Burns Alive
Castle Rat - Into The RealmCastle Rat
Into The Realm
Uncle Acid And The Deadbeats - NellUncle Acid And The Deadbeats
Nell'Ora Blu
Harvestman - Triptych Part OneHarvestman
Triptych Part One
Big Brave - A Chaos Of FlowersBig Brave
A Chaos Of Flowers
English Teacher - This Could Be TexasEnglish Teacher
This Could Be Texas
Iron Monkey - Spleen & GoadIron Monkey
Spleen & Goad
Maruja - ConnlaMaruja
Connla's Well
Bongripper - EmptyBongripper
Empty
Melvins - Tarantula HeartMelvins
Tarantula Heart
Inter Arma - New HeavenInter Arma
New Heaven
Whores - WarWhores
War
Couch Slut - You Could Do It TonightCouch Slut
You Could Do It Tonight
Kim Gordon - The CollectiveKim Gordon
The Collective
High On Fire - Cometh The StormHigh On Fire
Cometh The Storm
Cell Press - CagesCell Press
Cages
Pissed Jeans - Half DivorcedPissed Jeans
Half Divorced
Moor Mother - The Great BailoutMoor Mother
The Great Bailout
The Messthetics - And James Brandon LewisThe Messthetics
And James Brandon Lewis

Papangu - Holoceno
Autore: Papangu
Titolo: Holoceno
Anno: 2021
Produzione: Marco Mayer
Genere: metal / progressive / rock

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta Holoceno





Brasile, nazione grande quanto l'Europa di cui conosciamo poco o niente. Nel nostro piccolo abbiamo narrato le gesta di personaggi sbilenchi come il black metal folkloristico di Bríi e Kaatayra, della psichedelia noise di Deafkids e Rakta, del pop-folk rockeggiante di Jadsa. Oggi aggiungiamo alla mappa i Papangu che in un certo senso sono la somma di tutto ciò che abbiamo ascoltato da questo paese e molto di più.

Il loro disco d'esordio "Holoceno" è un oggetto alieno suonato da quattro musicisti in evidente stato di grazia (a cui auguriamo che duri almeno per altri due dischi): si può mescolare musica folk, black metal, sludge, progressive e psichedelia in un'unica canzone senza che sembri un polpettone indigesto e casuale? Papangu ci riescono per sette brani e 44 minuti di musica.

Se vi dovessi spiegare ogni brano uno per uno, passaggio dopo passaggio faremmo notte per cui mi limito a dire che in "Holoceno" sentirete echi di Voivod, Pink Floyd, Magma, King Crimson, Van Der Graaf Generator, Oranssi Pazuzu, Mastodon, Neurosis. A stupire, oltre alla perizia tecnica eccellente ma non verbosa, è la naturalezza con cui il quartetto passa da un genere all'altro giustificando il tutto con un songwriting di qualità che se fossimo anziani definiremmo "progressivo". E più volte durante l'ascolto sarà facile chiedersi "cosa stavo ascoltando?" dimenticandoci cosa avevamo messo nel piatto, ma nel mentre i neuroni si saranno messi in moto "Papangu" avranno già cambiato atmosfera ricordandovi che "ah già è quel disco brasiliano uscito adesso". Per veri amanti del rock senza barriere.

[Dale P.]

Canzoni significative: Lobisomem, Holoceno.


Questa recensione é stata letta 644 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Dysrhythmia - PretestDysrhythmia
Pretest
Sadist - TribeSadist
Tribe
Death - Individual Thought PatternsDeath
Individual Thought Patterns
Meshuggah - Rare TraxMeshuggah
Rare Trax
Ephel Duath - Pain Necessary To KnowEphel Duath
Pain Necessary To Know
Into The Moat - The DesignInto The Moat
The Design
Blood Incantation - Hidden History Of Human RaceBlood Incantation
Hidden History Of Human Race
Mastodon - Hushed And GrimMastodon
Hushed And Grim
Circle Of Sighs - NarciCircle Of Sighs
Narci
Sadist - Above The LightSadist
Above The Light