Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Beyond Colossal - Dozer (Small Stone)

Ultime recensioni

Algiers - There Is No YearAlgiers
There Is No Year
The Night Watch - An Embarrassment of RichesThe Night Watch
An Embarrassment of Riches
Low Dose - Low DoseLow Dose
Low Dose
Salvation - Year Of The FlySalvation
Year Of The Fly
Lungbutter - HoneyLungbutter
Honey
Matana Roberts - Coin Coin Chapter Four MemphisMatana Roberts
Coin Coin Chapter Four Memphis
Cloud Rat - PollinatorCloud Rat
Pollinator
Cryptae - VestigialCryptae
Vestigial
Hissing Tiles - BoychoirHissing Tiles
Boychoir
Vanishing Twin - The Age Of ImmunologyVanishing Twin
The Age Of Immunology
Buildings - Negative SoundBuildings
Negative Sound
Alpha Hopper - Aloha HopperAlpha Hopper
Aloha Hopper
Rustin Man - Drift CodeRustin Man
Drift Code
Poppy - I DisagreePoppy
I Disagree
Body Hound - No MoonBody Hound
No Moon
Girl Band - The TalkiesGirl Band
The Talkies
Baby Shakes - Cause A SceneBaby Shakes
Cause A Scene
Coilguns - WatchwindersCoilguns
Watchwinders
King Gizzard & The Lizard Wizard - Infest The RatsKing Gizzard & The Lizard Wizard
Infest The Rats' Nest
The Austerity Program - Bible Songs 1The Austerity Program
Bible Songs 1

Dozer - Beyond Colossal
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Anno: 2009
Produzione: Karl Daniel Lidén
Genere: rock / stoner / alternative


Compra Dozer su Taxi Driver Store


Dozer sono da sempre uno dei nomi di punta dello stoner rock mondiale, noti a tutti per la grande potenza di impatto ma anche per la scarsa originalità della proposta. Diciamo che se i motivi per vederli dal vivo potevano essere tanti di contro l'acquisto dei loro dischi era decisamente superfluo.

Questo Beyond Colossal è decisamente il disco della maturazione: la cura nella realizzazione, l'impatto sonoro ma soprattutto la deflagrante carica dei brani tutti degni di un greatest hits stoner.

Varie influenze si intersecano nel disco: dai Soundgarden più psichedelici e potenti (a metà strada tra Badmotofinger e Down On The Upside ma senza passare dal leccato Superunknown), ai riff robot-rock dei primi Queens Of The Stone Age, fino ad arrivare ai retro-modernismi metal tipici di questi anni (Mastodon, Baroness, Torche). Ma dopo i primi ascolti di ambientamento quello che verrà fuori è l'elevata qualità delle canzoni, capace di farvi cantare a squarciagola come da anni non ci capitava di fare o di imbracciare la chitarra alla ricerca di questo o quel riff.

Il suono massiccio e pieno generato in registrazione è la dimostrazione che la band sapeva di avere tra le mani un prodotto di caratura superiore. Se non fossero i Dozer diremmo di avere tra le mani un nuovo imperdibile gruppo "alternative metal". Forse abbiamo trovato i nuovi Soundgarden?

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.

Questa recensione é stata letta 4915 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

AA.VV. - Desert Sound - The Spaghetti Session Vol.1AA.VV.
Desert Sound - The Spaghetti Session Vol.1
Queens Of The Stone Age - Feel Good Hit Of The SummerQueens Of The Stone Age
Feel Good Hit Of The Summer
Naam - NaamNaam
Naam
Masters Of Reality - FlikMasters Of Reality
Flik'n'Flight
Yung Druid - Yung DruidYung Druid
Yung Druid
Dead Meadow - Dead MeadowDead Meadow
Dead Meadow
Om - Advaitic SongsOm
Advaitic Songs
Dozer - Beyond ColossalDozer
Beyond Colossal
Chè - Sounds Of LiberationChè
Sounds Of Liberation
AA.VV - Daze Of The Underground - A Tribute To HawkwindAA.VV
Daze Of The Underground - A Tribute To Hawkwind