´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

Rancid - Rancid (Epitaph)

Ultime recensioni

Might - MightMight
Might
Appalooza - The Holy Of HoliesAppalooza
The Holy Of Holies
Dry Cleaning - New Long LegDry Cleaning
New Long Leg
A.A. Williams - Songs From IsolationA.A. Williams
Songs From Isolation
Concrete Ships - In ObservanceConcrete Ships
In Observance
Tomahawk - Tonic ImmobilityTomahawk
Tonic Immobility
Lucidvox - We AreLucidvox
We Are
Eyehategod - A History of Nomadic BehaviorEyehategod
A History of Nomadic Behavior
Really From - Really FromReally From
Really From
Shame - Drunk Tank PinkShame
Drunk Tank Pink
Worn - Human WorkWorn
Human Work
My Morning Jacket - Waterfall IIMy Morning Jacket
Waterfall II
Uada - DjinnUada
Djinn
John Carpenter - Lost Themes IIIJohn Carpenter
Lost Themes III
Constance Tomb - MCMLXXXVIIIConstance Tomb
MCMLXXXVIII
Black Country, New Road - For the First TimeBlack Country, New Road
For the First Time
Originalii - PendulumOriginalii
Pendulum
Divide And Dissolve - Gas LitDivide And Dissolve
Gas Lit
Portrayal Of Guilt - We Are Always AlonePortrayal Of Guilt
We Are Always Alone
Zola Mennan÷h - Longing for BelongingZola Mennan÷h
Longing for Belonging

Rancid - Rancid
Voto:
Etichetta: Epitaph
Anno: 2000
Produzione:
Genere: punk / rock /
Scheda autore: Rancid



Non avete sbagliato sezione: il nuovo disco dei Rancid si chiama proprio come il loro primo lavoro. Ed Ŕ un titolo che indica una dichiarazione di intenti: un ritorno alle origini. Chiariamo subito una cosa ai fan di "And Out Come The Wolves" ma, soprattutto, di "Life Won't Wait": come per l'ultimo disco dei NoFx dimenticate ogni accento ska dei precedenti lavori e tuffatevi nel suono pi¨ hardcore e pi¨ "in your face" che i Rancid abbiano mai avuto! Un sound debitore, addirittura, di gruppi come Dwarves e compagnia bella di zozzoni, ma certi (brevi) ritornelli ci ricordano la classe dei bravissimi Armstrong e Frederiksen. E' impossibile giudicare singolarmente ogni canzone perchŔ oltre a essere troppe (22!) sono anche tutte fatte con lo stesso stampo, un po' come dei novelli Ramones dell'hardcore. Con questo album si meritano il titolo di miglior gruppo punk (dopo i NoFx). I puristi del genere possono pure storcere il naso ma i Rancid hanno influenzato migliaia di gruppi e hanno avvicinato (nel bene e nel male) un casino di ragazzi verso il punk. Senza contare l'indimenticabile lavoro svolto con gli Operation Ivy. Insomma, non ce n'Ŕ per nessuno. I Rancid sono tornati a prendere a calci nei denti tutti i finti punk del mondo! KICK OUT THE JAMS MOTHERFUCKERS!!!!

[Dale P.]

Canzoni significative: Disgruented, Let me go, Rwanda.


Questa recensione Ú stata letta 4160 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Rancid - IndestructibleRancid
Indestructible

NEWS


05/11/2006 Brett Reed Lascia La Band

tAXI dRIVER consiglia

Distillers, The - Coral FangDistillers, The
Coral Fang
Clash - London CallingClash
London Calling
Stooges, The - Raw PowerStooges, The
Raw Power
Deadwalk, The - Super Boring MusicDeadwalk, The
Super Boring Music
Otoboke Beaver - Itekoma HitsOtoboke Beaver
Itekoma Hits
Ramones - RamonesRamones
Ramones
Rancid - RancidRancid
Rancid
Chubby And The Gang - Speed KillsChubby And The Gang
Speed Kills
Distillers, The - Sing Sing Death HouseDistillers, The
Sing Sing Death House
Montecristo - MontecristoMontecristo
Montecristo